Una domanda?
Bisogno di aiuto?

06 Luglio 2018

Andrea Pigozzo - product manager Biosciences

Rapida quantificazione di proteine e anticorpi con la tecnica BioLayer Interferometry BLI

Quanto tempo prezioso si spende per la quantificazione di proteine target in processi di espressione, purificazione o monitoraggio, di bioreattori?

La disponibilità di tecniche più rapide e precise per l’analisi di proteine e biomolecole, è un’esigenza sempre più pressante perchè consente una più efficiente ottimizzazione e sviluppo dei processi stessi.

Le tecniche tradizionali per la determinazione della concentrazione di proteine target come ELISA e HPLC sono elaborate e richiedono molto tempo, specialmente quando si analizzano matrici complesse.

La tecnologia BLI (BioLayer Interferometry), invece, disponibile sui sistemi BLItz e Octet di Pall Fortébio mette a disposizione un metodo istantaneo per la determinazione e quantificazione specifica di proteine anche in matrici crude e complesse, rendendo accessibili queste informazioni in tempo reale durante lo sviluppo di un bioprocesso a qualsiasi scala, dalla ricerca e sviluppo fino alla produzione. Ad esempio la quantificazione di proteine di 96 campioni può essere portata a termine in 2 minuti – un'operazione che con la tecnica ELISA richiederebbe da 4 ore ad una notte intera.

 

I sistemi si basano sulla tecnologia brevettata Bio-Layer Interferometry (BLI), una tecnica analitica ottica che consente l’analisi in tempo reale delle interazioni sulla superficie di un biosensore a fibra ottica usa-e-getta. Per approfondire i principi della tecnologia esclusiva Bio-Layer Interferometry (BLI) in grado di monitorare in tempo reale il legame di proteine e altre biomolecole con i loro partner, fornendo risultati Label-Free e Real-Time, scarica la nota applicativa. 

scarica la nota applicativa