Una domanda?
Bisogno di aiuto?

MicroCal VP-iTC

Lo strumento MicroCal VP-ITC è un sistema manuale di microcalorimetria isotermica di titolazione ITC ad elevata sensibilità con cella a largo volume, ideale per l'ottimizzazione dei lead, la comprensione dei meccanismi di interazione, le cinetiche enzimatiche e il design degli inibitori. MicroCal VP-ITC è un sistema completo, non richiede nessun accessorio addizionale, reagenti o consumabili. Una volta che il campione è caricato nella cella lo strumento opera autonomamente fino al termine dell'esperimento. MicroCal VP-ITC è inoltre equipaggiato con il sistema ThermoVac, una stazione di degasaggio e pulizia della cella che supporta l'utilizzatore nella fase preparativa del campione e del sistema strumentale.

2017 Brochure Microcal ITC
Produttore Malvern Panalytical
Applicazione Interazioni, Label-free

Il materiale di costruzione della cella, una particolare lega metallica chiamata Hastelloy, garantisce una elevatissima compatibilità chimica e biologica estendendo notevolmente il range applicativo della tecnica; inoltre, l'intero sistema è compatibile con solventi non-acquosi. La conformazione discoidale della cella consente un miglior mescolamento del campione e una maggiore superficie di contatto tra le celle, i sensori e i sistemi di controllo della temperatura per una maggiore sensibilità.

Il software di controllo supporta l'operatore nella progettazione dell'esperimento e nell'esecuzione dell'analisi. Il software di analisi, basato sulla piattaforma Origin, permette l'analisi avanzata dei dati e l'applicazione di qualsiasi modello di fitting. I risultati sono presentati mediante grafici professionali di altissima qualità, ideali per la presentazione dei dati e le pubblicazioni scientifiche.

Specifiche tecniche

  • Tipologia di misura: Affinità (KD), Entalpia ∆H, Entropia ∆S, Stechiometria (n)
  • Volume di campione richiesto: 2 mL
  • Volume della cella: 1,4 mL
  • Volume siringa di iniezione: 300 µL
  • Throughput sperimentale: 4-8 campioni per 8 h
  • Materiale e conformazione della cella: Hastelloy, discoidale
  • Rumore: 0.5 ncal/s
  • Range termico: 2°C to 80°C
  • Tempo di risposta: 20 s
  • Feedback di risposta multipi: Yes (passive, high gain, low gain)

Piattaforma per la misura della stabilità delle proteine: guida all’acquisto

La stabilità delle proteine e della loro struttura complessa (High order structure) rimane un aspetto fondamentale degli studi di biocomparabilità. Questa guida all’acquisto descrive la strumentazione disponibile per la caratterizzazione della stabilità delle proteine e le variabili da tenere in considerazione nella scelta dei test di stabilità.


Calorimetry DSC outside the box

La microcalorimetria a scansione differenziale (DSC) è una tecnica assoluta di caratterizzazione biofisica estremamente informativa, tanto da essere ritenuta il “gold standard” nell’analisi della stabilità proteica.
L’applicazione della microcalorimetria DSC in ambito diagnostico è estremamente promettente: studi analitici molto complessi infatti possono essere potenzialmente ridotti ad un “semplice” confronto di termogrammi DSC consentendo di ridurre notevolmente i tempi di diagnosi.


Caratterizzazione di biosimilari e altre biomolecole terapeutiche

Il mercato biofarmaceutico è in costante crescita e dal punto di vista analitico le sfide sono numerose: infatti, la caratterizzazione di una biomolecola terapeutica richiede uno sforzo tecnologico e analitico di gran lunga superiore a quello richiesto per lo sviluppo e la caratterizzazione di una molecola chimica. Dalle fasi di ricerca fino allo sviluppo e al controllo di processo risulta quindi fondamentale disporre di tecniche analitiche ortogonali per la conferma delle diverse caratteristiche oggetto di studio.


Piattaforma per la misura della stabilità delle proteine: guida all’acquisto

La stabilità delle proteine e della loro struttura complessa (High order structure) rimane un aspetto fondamentale degli studi di biocomparabilità. Questa guida all’acquisto descrive la strumentazione disponibile per la caratterizzazione della stabilità delle proteine e le variabili da tenere in considerazione nella scelta dei test di stabilità.


Calorimetry DSC outside the box

La microcalorimetria a scansione differenziale (DSC) è una tecnica assoluta di caratterizzazione biofisica estremamente informativa, tanto da essere ritenuta il “gold standard” nell’analisi della stabilità proteica. L’applicazione della microcalorimetria DSC in ambito diagnostico è estremamente promettente: studi analitici molto complessi infatti possono essere potenzialmente ridotti ad un “semplice” confronto di termogrammi DSC consentendo di ridurre notevolmente i tempi di diagnosi.


Applicazioni biofarmaceutiche delle tecniche ITC e DSC

Questa nota applicativa descrive come le tecniche di microcalorimetria ITC e DSC consentono di studiare le interazioni tra proteina e eccipiente per la progettazione e l'ottimizzazione delle formulazioni biofarmaceutiche.


ITC per interazioni Proteina/piccole molecole

Questo documento evidenzia i vantaggi che i nuovi strumenti MicroCal PEAQ-ITC e l’innovativo MicroCal PEAQ-ITC Analysis Software introducono nella ricerca farmacologica permettendo di determinare il contenuto di proteina/ligando attivi o analizzare interazioni affette da diverse complicazioni sperimentali come, ad esempio, inaccurata determinazione delle concentrazione della proteina o eterogeneità nelle soluzioni di ligandi.


Microcalorimetria ITC per la determinazione delle cinetiche enzimatiche

Uso della microcalorimetria ITC per la determinazione delle cinetiche enzimatiche
Gli enzimi sono delle proteine che agiscono come catalizzatori biologici svolgendo un ruolo fondamentale in moltissimi processi. Le loro caratteristiche di specificità hanno reso il loro campo di applicazione estremamente ampio spaziando dalla ricerca di base biochimica all’industria farmaceutica fino al mondo dell’industria alimentare o al settore dei detergenti. La messa a punto di metodi di indagine dell’attività enzimatica è spesso problematica: la microcalorimetria ITC è una tecnica che permette il monitoraggio quantitativo della reazione enzimatica determinando le costanti descrittive del sistema anche in matrici complesse


Nuove sfide nella caratterizzazione di nanomateriali e piattaforme di drug-delivery grazie alla microcalorimetria ITC

La microcalorimetria isoterma di titolazione (ITC) è da sempre il metodo di riferimento per la caratterizzazione termodinamica ad alta sensibilità delle interazioni biomolecolari in campo farmaceutico. Grazie al principio di misura assoluto su cui si basa la tecnica, i campi applicativi dell’ITC possono estendersi ad ambiti molto diversificati fino a comprendere lo studio dell’auto-assemblaggio di nanomateriali e l’interazione di questi ultimi con sistemi molecolari o strutture complesse.


ITC e drug discovery

Questo documento descrive come grazie alla nuova linea strumentale MicroCal PEAQ-ITC sia possibile affrontare le sfide della moderna ricerca farmacologica caratterizzando interazioni di legame in un ampio range di affinità e determinando accuratamente le interazioni con ligandi a basso peso molecolare da un punto di vista del meccanismo d’azione e delle energetiche di interazione.


Microcalorimetria, uno strumento per la biologia strutturale

La microcalorimetria ITC permette di risparmiare tempo e campione per la cristallizzazione di complessi biomolecolari determinando i complessi con rilevanza biologica e minimizzando i complessi da binding aspecifici.

Richiedi informazioni sul prodotto

Ho letto e compreso la Privacy Policy

 Accetto il trattamento dei dati per l'invio di informative tecniche e inviti agli eventi.